Alla Guardiense, orgogliosissimi per la Laurea ad Honorem che verrà conferita dall’Università del Sannio a Riccardo Cotarella

COMUNICATO  STAMPA  n.1                                                               8 febbraio 2019

dsc04773_

Guardia Sanframondi (Bn): Alla Guardiense, orgogliosissimi per la Laurea ad Honorem che verrà conferita dall’Università del Sannio a Riccardo Cotarella

L’importante attestazione verrà attribuita venerdì 1° marzo prossimo

Ancora un riconoscimento per Riccardo Cotarellaenologo di fama mondiale che, dal 2007, è consulente de La Guardiense. Questa volta è l’Università del Sannio a conferirgli, il 1° marzo prossimo, la Laurea ad Honorem in “Economia e Management”.

Un visibilmente emozionato Domizio Pigna, Presidente del sodalizio guardiese, artefice determinato e determinante dell’avvio della collaborazione tra l’enologo e La Guardiense, afferma: “È inutile negarlo, siamo orgogliosissimi e felicissimi per il prestigioso riconoscimento che l’Università del Sannio ha voluto tributare al nostro Enologo consulente che sentiamo, da sempre, parte integrante della nostra azienda. Siamo felici  non solo per il rapporto di collaborazione totale, di stima e affetto che ha voluto sempre riservarci; non solo per gli ambiziosi progetti di ricerca e sperimentazione in cui ha desiderato costantemente ed instancabilmente coinvolgerci; non solo perché ci ha reso palesemente consapevoli che i confini della qualità non sono segnati da territori più o meno vocati, ma  dalla forza e dall’attaccamento che certe donne e certi uomini hanno per i luoghi che li hanno visti nascere; non solo per gli ambiziosi traguardi che ci ha fatto raggiungere, ma soprattutto perché questo riconoscimento rappresenta, per noi de La Guardiense nella sua interezza, il modo di verificare che la forza di certe idee, travalica i confini aziendali, diventa sentire comune, si fa identità, crea valore e reputazione  per la propria azienda e per il suo il territorio di riferimento”.

“Ritengo di particolare valore simbolico – aggiunge il Presidente Pigna – che ad attribuire la Laurea ad Honorem a Riccardo Cotarella sia l’Università del Sannio, che abbiamo avuto sempre al nostro fianco nel nostro caparbio cammino verso la qualità e verso la produzione di grandi vini. Università in cui ci siamo, sempre, sentiti accolti, compresi e supportati”.

D’altronde, tra Riccardo Cotarella e La Guardiense, non si può negare che 12 anni fa, ci fu un vero e proprio colpo di fulmine. Un incontro apportatore di grandi sviluppi, in cui: una comunità carica di amore per la propria terra, vitigni antichi e un territorio vocato, non attendevano altro di offrirsi generosamente per la nascita di grandi vini.  E chi meglio di lui poteva riuscire a creare questa magica alchimia? Negli anni, infatti, ha sempre dedicato tutto il suo competente impegno allo stretto rapporto tra territorio-uva-vino-persone, dimostrando che oltre ai cosiddetti territori vocati per eccellenza, vedi Piemonte e Toscana, c’era e c’è tutta un’Italia che possiede un tesoro di vitigni che sono usciti o attendono ancora di uscire dall’anonimato per trasformarsi in grandi vini.

Riccardo Cotarella, enologo di fama internazionale e consulente di prestigiose aziende sparse nei cinque continenti, ha legato sempre il suo impegno professionale alla grande capacità di interpretare e valorizzare i territori, recuperandone gli antichi vitigni e ricavandone vini di grande valore ed eleganza. Nel 2011 ha ricevuto la Laurea Honoris Causa in Agraria dall’Università della Tuscia di Viterbo, dove tuttora insegna Viticoltura ed Enologia. È accademico aggregato dei Georgofili e, dal 2013, è Presidente di Assoenologi e dell’Union Internationale des Oenologues. Nel 2014 è stato scelto anche come Presidente del comitato scientifico per l’allestimento del padiglione del vino italiano a Expo 2015. Ragguardevole anche il suo impegno civile che ha profuso nella formazione agro-vinicola dei giovani di San Patrignano, nella partecipazione al progetto “Wine for Life” della Comunità di Sant’Egidio e seguendo a Betlemme (Palestina) la cantina Cremisan, azienda retta dalla comunità dei Salesiani. Il 25 gennaio scorso ha ricevuto l’ennesima attestazione nell’ambito della rassegna “Enozioni” a Milano dell’AIS Lombardia.

La Guardiense è situata a Santa Lucia di Guardia Sanframondi in provincia di Benevento, nel cuore del Sannio Beneventano, vigna e cantina della Campania. Fondata nel 1960 sotto la spinta di 33 vignaioli lungimiranti e coraggiosi, conta oggi 1000 soci.  Vanta 58 anni di storia enologica e di tradizione cooperativa. Rappresenta la più importante realtà cooperativa della Campania e una delle principali del Mezzogiorno. A dare valore a queste affermazioni sono i numeri: circa 140.000 ettolitri di vino prodotti annualmente, 5 milioni di bottiglie vendute non solo in Italia ma anche nei principali mercati internazionali. Assistita dalle straordinarie competenze enologiche del Dott. Riccardo Cotarella, ha puntato alla produzione di vini fermi e spumanti dagli standard qualitativi di assoluta eccellenza. A convalidare la singolarità di questa collaborazione i tantissimi premi e riconoscimenti ricevuti dalle più note e autorevoli guide di settore sia nazionali che estere. Proiettata da anni in un contesto scientifico di altissimo valore, dalla partecipazione proattiva a progetti di ricerca a valenza regionale, nazionale ed internazionale, tutti legati alla sostenibilità ambientale, all’agricoltura di precisione e alla meccatronica. Contribuisce, in maniera decisiva, alla creazione del tanto evocato biodistretto del vino del Sannio beneventano.

Sandro Tacinelli

ufficio stampa: La Guardiense

mob. 339 2073143

CANTINE APERTE 2018

cantine-aperte-web

Domenica 27 maggio torna Cantine Aperte, l’appuntamento del Movimento Turismo del Vino più atteso dagli enoappassionati. La Guardiense, come ormai da consuetudine, apre le sue porte per invitare curiosi ed appassionati a conoscere i suoi vini fermi e spumanti, a scoprire i segreti della vinificazione e dell’affinamento.
Protagonista, come per le passate edizioni, anche la cultura gastronomica sannita, con un pranzo degustazione indimenticabile.

Un tuffo a 360°, senza distrazioni, completamente immersi nel mondo del vino.

Programma

  • Visite aziendali

dalle ore 10,00 in poi

Per informazioni rivolgersi al personale del punto vendita

  • Degustazioni guidate

Protagonisti delle degustazioni saranno:

Quid spumante brut di Falanghina

Falanghina del Sannio Dop Janare

I Mille per la Falanghina

I vini saranno presentati dell’enologo aziendale Marco Giulioli.

Costo della degustazione € 5,00, durata 45/60 minuti

Le degustazioni si svolgeranno nei seguenti orari:

mattina: ore 10.00 e ore 11.30

pomeriggio: 17.00

Per partecipare alle degustazioni è necessaria la prenotazione

Info e  prenotazioni:

345 7157498 oppure 0824 864034 (tasto 5 punto vendita)

e-mail: puntovendita@laguardiense.it

Inglese: Upon Request Wine-tasting may be held in english;

Tesesco: Auf Wunsch kann die Weinprobe auf Deutsch geführt werden;

Francese: Sur demande nous pouvons effecutuer les dégustations en Français

  • Aperitivo

dalle ore 11,00 in poi, presso il nostro show-room

Cinquantenario Spumante di Falanghina Metodo Classico con l’abbinamento gourmet.

Costo dell’aperitivo  € 5,00

  • Pranzo in azienda ore 12.30

MENÚ

ANTIPASTO

Patate filanti in pancetta su vellutata di bieta

Quid Rosato spumante brut di Aglianico

PRIMI

Strozzapreti con fagioli ed asparagi

***

Fagottini della cicogna

Fiano Sannio Dop Janare

SECONDO

Portafoglio ripieno con contorno di patate al forno

Aglianico Sannio Dop Janare

DOLCE

Pizza doce

Quid spumante dolce di Falanghina

Gli oli utilizzati nella preparazione dei piatti sono: l’olio extravergine di oliva Racioppella di Guardia Sanframondi e l’olio extravergine di oliva Ortice di Cerreto Sannita

Per la pasta, rigorosamente fatta a mano, viene usata farina con germe di grano, cultivar “Senatore Cappelli”, coltivato in provincia di Benevento

Il pane, proposto in accompagnamento ai piatti, è di semola di grano duro e viene cotto nei forni a legna dei panifici tradizionali di Guardia Sanframondi

Costo del pranzo  € 30,00

Per partecipare al pranzo è necessaria la prenotazione

Info e  prenotazioni:

345 7157498 oppure 0824 864034 (tasto 5 punto vendita)

e-mail: puntovendita@laguardiense.it

Durante la giornata è prevista la vendita dei prodotti aziendali.

Vinitaly 2018

vinitaly-2018LA GUARDIENSE sarà presente a Vinitaly 2018, la principale manifestazione di riferimento del settore vinicolo, che si svolgerà a Verona, dal 15 al 18 aprile.

Potrete trovare la nostra cantina presso il Padiglione B della Regione Campania – Area Benevento – Stand 29.

 

 

A Riccardo Cotarella, enologo de La Guardiense, la cittadinanza onoraria del comune sannita

L’attestazione sarà festeggiata nella due giorni, in programma l’11 e 12 novembre prossimi, insieme ai riconoscimenti ottenuti, l’evento “San Martino in cantina”, un convegno e l’inaugurazione del nuovo punto vendita

(di Salvatore Candalino) – Con il parere favorevole dell’intera giunta comunale di Guardia Sanframondi è stata conferita la cittadinanza onoraria a Riccardo Cotarella, enologo della cantina sociale La Guardiense. L’imprenditore umbro di fama internazionale, che con le sue competenze negli anni ha contribuito alla crescita del territorio e alla sua produzione vitivinicola, infatti, ha ricevuto tale attestazione per aver migliorato non solo i vini del sodalizio guardiese, ma anche gli spumanti dagli standard qualitativi di assoluta eccellenza.

Riccardo Cotarella è uno dei più conosciuti enologi d’Italia, la cui consulenza è richiesta da numerose aziende anche estere. Il suo impegno professionale è stato sempre legato alla grande capacità di conoscere e interpretare i territori, recuperandone gli antichi vitigni e ricavandone vini di grande pregio ed eleganza. Nel 2011 ha ricevuto la laurea Honoris Causa in Agraria dall’Università della Tuscia di Viterbo, dove insegna Viticoltura ed EnologiaÈ accademico aggregato dei Georgofili e, dal 2013, è presidente di Assoenologi. Nel 2014 è stato scelto anche come presidente del comitato scientifico per l’allestimento del padiglione del vino italiano a Expo 2015. Forte anche il suo impegno civile che ha profuso nella formazione di giovani di San Patrignano, la partecipazione al progetto “Wine for Life” della Comunità di Sant’Egidio e la consulenza a Bethleem (Palestina) alla cantina Cremisan, azienda retta dalla comunità dei Salesiani.

A conferma della valenza di Riccardo Cotarellaanche gli importanti premi assegnati a La Guardiensein questi ultimi mesi. Per Vini d’Italia 2018 da Gambero Rosso, la cooperativa guardiese ha ottenuto i: “3 Bicchieri” per la Falanghina del Sannio Senete (vino eccellente); “2 Bicchieri Rossi” per la Falanghina del Sannio Janare (vino ottimo che ha partecipato alle selezioni finali per i 3 bicchieri); “2 Bicchieri Neri” (vino ottimo) per il Lucchero e Cantari Janare; da aggiungere che Gambero Rossoha attribuito all’Aglianico Sannio dop Janare, anche l’Oscar qualità prezzo. L’elenco dei riconoscimenti si chiude con la Guida Bibenda 2017, che ha assegnato i 5 grappoli alla Falanghina del Sannio Senete 2016.

La due giorni predisposta da La Guardiense prenderà il via sabato 11 novembre nel Salone delle Assemblee alle ore 16,30, con un convegno dal tema “Storia del Sannio vitivinicolo: dalla vigna alla bottiglia”.

Alle ore 18,30, invece, è prevista l’inaugurazione del nuovo punto vendita, una struttura su due livelli da 330 metri quadrati (più 164 metri quadri di porticato) da destinare anche all’accoglienza e dotata di un impianto di produzione di energia, a pannelli solari da 20 kW. Al termine è prevista una Buffet in allegria.

Ricco il programma anche per la giornata di domenica 12 novembre, con “San Martino in cantina”, manifestazione proposta sul territorio nazionale dal Movimento del Turismo del Vino. Dalle ore 10,30 è prevista la visita aziendale con degustazioni guidate di: Quid (spumante brut di Falanghina), di Falanghina del Sannio dop Janare e di Lucchero (Sannio Aglianico dop Janare cru). Si tratta di un’esperienza nuova in quanto itinerante, dato che i partecipanti saranno guidati prima alla scoperta della cantina e della sua storia e, poi, concluderanno “il viaggio” con la degustazione delle pluripremiate etichette nei luoghi di produzione.

Alle ore 13, inoltre, il “pranzo in azienda” un menù che prevede: antipasto – ‘Mpanata su vellutata di patate; primi – Reginette salsiccia e broccoli + Tagliatelle d’autunno; secondo – Lonza ai porcini, castagne e mela annurca con contorno di patate; dessert – Torta sannita; tutti i piatti sono abbinati ai vini prodotti dalla cooperativa guardiese.

Per informazioni e prenotazioni si può chiamare ai numeri 345 7157498 – 0824 864034 (tasto 5), oppure inviare un’e-mail a puntovendita@laguardiense.it.

Sandro Tacinelli

ufficio stampaLa Guardiense